Corso di disegno con la Scuola Internazionale di Comics Luglio 25

Corso di disegno con la Scuola Internazionale di Comics...


  “Verso l’infinito… e oltre!” grida lo Space Ranger Buzz Lightyear nel film “Toy Story” prima di lanciarsi in una nuova avventura. Ed è proprio lì che vogliamo condurre i nostri giovani artisti: a esprimersi oltre i loro limiti per dare forma e colore all’infinto mondo della loro fantasia. Per i bambini e i ragazzi è fondamentale acquisire sicurezza nell’espressione artistica e si può imparare a disegnare giocando e divertendosi. Partendo dall’anatomia, dallo studio del volto e delle sue espressioni, si arriva alla creazione di animali e creature fantastiche delle favole e della mitologia, fino ai personaggi più amati di fumetti e cartoni animati. Al Live Artena 2015, Festival delle Arti, Alessandra Bracaglia (docente del Corso di Fumetto per Bambini e Ragazzi presso la Scuola Internazionale di Comics di Roma, colorista delle Winx, di Geronimo Stilton, per deAgostini e Mondadori) proporrà un laboratorio di disegno nel quale bambini e ragazzi potranno imparare a costruire i protagonisti dei loro fumetti e cartoni animati preferiti e a giocare col disegno inventando una storia con protagonisti e scenari. Vi aspettiamo sabato 25 luglio ore 16.00 (ritrovo nel centro storico, davanti il sagrato di S. Croce) con merenda a fine attività! La Scuola Internazionale di Comics nella sua sede di Roma ha inserito nell’offerta formativa due corsi in partenza nel prossimo anno accademico: il corso di livello base si rivolge ai bambini dagli 8 agli 11 anni e si propone di fornire un primo livello di tecniche del disegno, introducendo all’uso e alle caratteristiche dei vari strumenti del disegnatore, affrontando la creazione del personaggio, lo studio del colore e delle luci. Il corso di livello avanzato invece, per ragazzi dai 12 ai 14 anni, approfondisce le tecniche del disegno e della colorazione (anche al computer) e si orienta...

Installazioni dell’Associazione Luci Ombre e RGB...


Durante tutta la durata del Liveart2015 l'”Associazione Luci Ombre” ed RGB Light Festival esporranno alcune opere dei propri artisti lungo le strade del Liveartena. Di seguito la descrizione di alcune tra le opere esposte. Nome Installazione: Sospeso Artisti: La mia paura è bianca Descrizione: Un tetto sospeso di fili di cotone che reagiscono alla luce e che appariranno interrotti, come un linguaggio morse luminoso. Riferimenti: RgbLightFest.com: http://www.rgblightfest.com/artista-la-mia-paura-e-bianca#0 Nome Installazione: Lightwriting Artista: Gina Balla Descrizione:Leggi, collega, trova la tua lettera in questa luminosa sospensione notturna. Riferimenti: RgbLightFest.com: http://www.rgblightfest.com/artista-gina-balla#1 Nome Installazione: Luminescence Artista: Dielab + Li Via Descrizione: Vecchie lampadine riprendono vita grazie ad una vernice luminescente: un paesaggio surreale in un crepaccio urbano. Nome Installazione: Cloudscapes Artista: Artemis Papageorgiou/Gabriella Mastrangelo Descrizione: Cloudscapes è un’installazione interattiva, un tentativo di riproduzione di un fenomeno naturale attraverso l’interazione di luci, suoni e strutture modulari in uno spazio pubblico: lo scrosciare della pioggia, il tuonare e il lampeggiare del fulmine riprodotti virtualmente per evocare le sensazioni che i fenomeni naturali scatenano quando incontrano l’habitat umano. Cosa proviamo quando ci troviamo sotto la pioggia? Sentire solo il suo suono, provoca in noi le stesse sensazioni dell’esperienza reale? Che succede se una nuvola decide di fermarsi nel bel mezzo di una piazza? Il suo tuonare farà avvicinare i passanti? Vogliamo riformulare il concetto di nuvola come elemento naturale e sperimentare una sua forma virtuale, poiché crediamo che la percezione degli elementi come reali dipenda dagli stimoli sensoriali. Una nuvola “naturale” sarà sempre naturale come sarà sempre anche un costrutto cognitivo. Pertanto proponiamo una nuvola finta, che presenta caratteristiche fisiche e sensoriali dell’elemento naturale. Cloudscapes sarà posizionata su un passaggio urbano, il suo aspetto sarà quello di una nuvola geometrica composta da un insieme di solidi realizzati in polipropilene semitrasparente. Un sensore di prossimità traccia i movimenti intorno all’installazione: quando le persone passano vicino ad essa, la nuvola si illumina all’improvviso come un lampo, emettendo il suono della pioggia e del tuono. Creando questo tipo sintetico di nuvola, vogliamo osservare le reazioni delle persone,permettendo quindi nuove interpretazioni di un elemento familiare. Vogliamo così celebrare la luce nella città, con una nuvola che tuona e scroscia, ma che allo stesso tempo crea un riparo potenzialmente abitabile da tutti. Nome Installazione: Specchio Riflesso Artista: RGB Descrizione: Ad una parabola riflettente il compito di raccogliere la luce e rimbalzarla, frantumandola in mille stelle. Nome Installazione: Open House Artista: Marco Amedani Descrizione: Ad una parabola riflettente il compito di raccogliere la luce e rimbalzarla, frantumandola in mille stelle. Riferimenti: rgblightfest.com: http://www.rgblightfest.com/artista-marco-amedani#0 Nome Installazione: Arcobalenide Artista: Dielab Descrizione: Un luogo dove dimostrare che in ognuno di noi è presente un arcobaleno, non lo vedi, ma se osservi la tua ombra ti apparirà. Riferimenti: rgblightfest.com: http://www.rgblightfest.com/artista-dielab#1 Nome Installazione: Sottovuoto Artista: Dielab Descrizione: Sottovuoto è un’installazione che ricrea una stanza luminosa e isolata in uno spazio urbano: un film estensibile trasparente come pareti di plastica illuminate da neon, un ambiente antropizzato e naturale allo stesso tempo. Un posto per chi si vuole nascondere, ma anche per chi, seduto sulla panchina esterna, si vuole godere lo spettacolo delle ombre riflesse sulle pareti. Un gioco tra il mostrarsi ed il guardare. Riferimenti: rgblightfest.com: http://www.rgblightfest.com/artista-dielab#1 Nome Installazione: Installazione Laser Artista: Andrea...

Alessio Paolone


  Biografia: Alessio Paolone vive e crea ad Artena (Rm). Da autodidatta, seguendo il suo spirito e le profonde riflessioni sulla natura, l’essere, la società, realizza i suoi lavori in maniera astratta. Nel suo studio lavora con materiali diversi, quasi sempre riciclati. Utilizza Colori e tinte poco convenzionali alla pittura classicamente intesa. Utilizza Argilla, terra, polvere, vernici essiccate, plastica, legno oltre ad acrilici, oli, impregnanti, lucidi e resine. Realizza i suoi lavori con pennello, spatola, filo di canapa, anche a mani nude. Lavori che si basano sempre su una costante ricerca di reazione dei materiali, di gioco dei colori e di libera espressione delle forme, di creazioni di dimensioni fisico-oniriche. Ogni lavoro presuppone una riflessione filosofica sulla natura, sul tempo, sui miti; una ricerca sull’inconscio individuale e collettivo, sulla società. Esposizioni: 2014 “Un Messaggero del Degrado”, Paliano, Gymnasium di Fuksas. 2014 Opera per “Mostra Teofilo De Angelis” curata da Terre Rare e patrocinata da Teatro Dell’Opera di Roma, Accademia Nazionale Santa Cecilia, Museo Centrale del Risorgimento italiano e Istituto Luce. 2014 “Artisti per il Pallio di San Lorenzo” Genova, Museo Sant’Agostino. 2008-2014 “LiveArt”, Festival delle Arti, Artena (Rm). 2014 “Ero, Sono, Sarò”, Mostra Personale, Palazzo Doria Pamphilj, Valmontone (Rm). 2014 “Immaginazioni dal Sottosuolo”, Colleferro (Rm). 2013 Festival dell’Arte Nascosta, Velletri (Rm). 2013 “Frammenti di un discorso amoroso”, Centro Luigi di Sarro, Roma. Riferimenti: Facebook:...

Cecilia De Lucia


  Biografia: Nata nel 1983 a Roma, dove attualmente vivo e lavoro in tutt’altro campo. Comincio ad avvicinarmi alla pittura e al disegno da autodidatta. Alla ricerca di nuove tecniche, inizio la sperimentazione sul vetro riproducendo soggetti dell’artista Alphonse Mucha con la tecnica del fixè sous verre. Da qui nasce la dedizione per il vetro come supporto di lavori in acrilico. Innamorata di questo materiale che conferisce all’opera pittorica una valenza più vicina ad un oggetto di design, inizio a missare la tecnica sottovetro a quella dell’incisione, arrivando a creare una sorta di istallazioni a più livelli che conferiscono all’oggetto un effetto tridimensionale (come in Alba Calante, composta da tre vetri svrapposti). Nel contempo colpita dal fascino della calligrafia inizio a giocare con le parole, sostituendo i tratti principali di un soggetto (quale per esempio un ritratto) con testi in inchiostro su carta. Qui la nascita dei “Ritratti a parole” dove testi di canzoni, poesie, titoli di opere creano i volti dei loro autori. Riferimenti: Facebook: https://www.facebook.com/cecilia.window Tumblr:...

Valeria Cademartori


  Biografia: Valeria Cademartori nasce nel 1970 a Roma. Dopo la maturità classica nel 1990, intraprende la Facoltà di Filosofia all’Università “La Sapienza” di Roma, seguendo i corsi di Estetica del professor Emilio Garroni e del professor Pietro Montani. Contemporaneamente frequenta il corso d’illustrazione all’Istituto Europeo di Design dove ha come insegnante Dariush. Nel settembre del 1991 frequenta un corso all’Ecole des Beaux- Arts di Parigi. Dal 1992 al 1995 studia pittura con il Prof. Gianluigi Mattia. Nel 1997 con la sua prima collettiva alla Galleria Il Gabbiano di Roma, presentata da Guido Rebecchini, inizia una collaborazione che produrrà varie mostre personali presentate dalla galleria romana. Nel 2004 vince il premio “Città di Monaco” al XXXVI Prix International d’Art Contemporain de Monte-Carlo. Dal 2005 vive e lavora tra Berlino e Roma. Premi 2009 – Premio Catel, Roma terzo premio. 2001 – XXXVI Prix International d’Art Contemporain de Monte-carlo, premio Città di Monaco Partecipazioni 2011 – 54° Biennale di Venezia, Palazzo Venezia Roma Riferimenti: Homepage: http://www.valeriacademartori.com/ Facebook:...

Franco Arminio Luglio 11

Franco Arminio


Biografia: Franco Mario Arminio (Bisaccia, 19 febbraio 1960) è un poeta, scrittore, regista italiano e paesologo. Collabora con “Il manifesto” e “Il Fatto Quotidiano”, ed è animatore del blog Comunità Provvisorie. È documentarista e animatore di battaglie civili, nonché direttore artistico del Festival della paesologia La Luna e i Calanchi di Aliano (MT). Riferimenti: Facebook: https://www.facebook.com/francoarminio?fref=ts Homepage:...

Luca Camuffo Luglio 25

Luca Camuffo


Biografia: Luca Camuffo nasce il 16 settembre 1995 a Venezia. Facendo parte di una famiglia di atleti, viene avviato sin da tenera età ad una carriera da sciatore agonistico, la quale però si dimostrò ben presto non essere la sua strada. A quindici anni assistette ad una serata al Teatro Malibran della rassegna “Venezia in Danza” restando affascinato dalla carica espressiva del movimento. Dal 2010, dunque, intraprese lo studio della danza classica e contemporanea che lo portarono, grazie alla vincita di varie borse di studio, a studiare con alcuni dei migliori maestri italiani e stranieri come Roberto Fascilla, Maria Grazia Garofoli e Mia McSwain. Nell’estate del 2012 entrò in contatto con l’arte del Bodypainting, creando insieme a Katia Della Fonte il progetto “Musica sulla Pelle” del quale fu co-direttore artistico fino al 2014. Dopo un anno di assenza dalla scena artistica, torna alla ribalta con “Eukrómya 2015”, un progetto di ricerca volto ad elaborare nuovi codici comunicativi partendo da un movimento puro. Attualmente studia presso la facoltà di Conservazione dei Beni e delle Attività Culturali presso l’università Ca’ Foscari di Venezia e collabora con artisti della Biennale di Venezia, del World Bodypainting Festival e del Centro Elaborazione Danza diretto da Laura Sgaragli. È membro attivo della comunità cittadina in quanto firmatario nella lista civica “Noi la Città” con Camilla Seibezzi, inoltre, fa parte del Collettivo LGBTQIA Stonewall Venezia. Descrizione Eukromya 2015 è un ciclo di performance che intrecciano tra loro musica, danza e colori. Nasce quest’anno da un’idea di Luca Camuffo ed è diventata parte di un progetto più esteso volto alla rivalorizzazione...